News e Attività

IL CONSOLE ANTONIO COSENZ NUOVO DECANO DEL CORPO CONSOLARE DI PALERMO

Il Dottor Antonio Cosenz, Console Onorario del Granducato di Lussemburgo a Palermo e membro del Consiglio Direttivo della Unione dei Consoli Onorari in Italia, è stato eletto Decano del Corpo Consolare di Palermo. 

 

“Cari Amici e gentilissime Amiche, rivesto la carica di Console onorario del Granducato di Lussemburgo dal 1991 e sono così divenuto Decano.

Presiedere un Corpo Consolare con 25 iscritti, come sapete, comporta di riuscire a riunire e sintetizzare le esigenze e le personalità dei singoli Consoli che, per natura e per funzione, siamo dei solisti.

Per dare modo a tutti di ritenersi inseriti ho voluto per primo istituire tre Comitati operativi  rivolti ai settori che riguardano il nostro ruolo e le nostre funzioni, e mi auguro che daranno apporti  utili e concreti.

A titolo personale, lo sapete già, mi ritengo sempre al servizio di S.A.R. il Granduca Henry, Principe di Borbone Parma, degli Ecc.mi Presidenti della U.C.O.I. e di Voi amici ed amiche del Consiglio Direttivo, ed in verità anche del Sovrano Ordine di Malta!”

 

Come evidenziato nella dichiarazione del Console Cosenz, all’interno del Corpo Consolare di Palermo sono stati istituiti tre comitati, in particolare: 

  • Il Comitato per l’accoglienza, cooperazione e sviluppo, 
  • Il Comitato per le relazioni economiche e culturali 
  • Il Comitato per le istituzioni. 

Grazie all’istituzione di questi comitati da parte del Decano, sarà garantita una più forte collaborazione internazionale ed una maggiore garanzia dei servizi. 

Il Corpo Consolare di Palermo, che vede riuniti Consoli onorari e di carriera, tra le incertezze e le difficoltà dettate dalla crisi sanitaria, continua ad essere una colonna portante del territorio siciliano. Molte attività le attività promosse che tuttavia hanno subito una brusca frenata a seguito all’aumento delle restrizioni dettate dalle politiche di contenimento del CoVid19.

Come affermato dal Decano del Corpo Consolare sul Giornale di Sicilia, lo stesso progetto che lo vede partecipe, ovvero l’istituzione di un contatto diretto tra la Fondazione Ri.Med. di Palermo e il Luxembourg Centre for Systems Biomedicine (LCSB) del Lussemburgo, è stato rimandato sine die. L’obiettivo di tale progetto è di realizzare un collegamento nel campo della ricerca delle malattie generiche, per le biotecnologie e per le ricerche biomediche.

PHOTO 2020 11 11 17 01 24 

Soggetta alle restrizioni dovute al Covid-19 è anche la “giornata dell’Estonia”, programmata per il mese di ottobre 2020. Antonello Miranda, Console d’Estonia e vice decano del Corpo Consolare, ha affermato che le attività previste verranno posticipate al mese di maggio dell’anno prossimo. Sebbene la crisi sanitaria possa aver rallentato i lavori dei Consoli italiani facenti parti del Corpo Consolare di Palermo, quest’ultimo ha continuato a dare il suo prezioso contributo al territorio siciliano. Il Decano del Corpo Consolare e tutti i Consoli che lo compongono sono riusciti a riavviare l’importante cooperazione tra le varie istituzioni, grazie al loro fortissimo impegno e dedizione. Il Console Cosenz Cosenz, in qualità di Decano, è riuscito in tempi brevi a contrastare il blocco creato dalla crisi sanitaria, permettendo all’istituzione che presiede di continuare ad assicurare la sua inestimabile presenza ed il suo indispensabile impegno sul territorio siciliano. 

 

A cura di Caterina Martinelli - Università di Siena 

PREMIO DELLE ARTI - PREMIO DELLA CULTURA: RICONOSCIMENTO AL VICE PRESIDENTE U.C.O.I. MATTIA CARLIN

“Figura internazionalmente nota per essere con diplomazia, management, professionalità e signorilità, presenza innovativa e dialogante tra il mondo italiano e le diverse realtà internazionali, specie con il Giappone; divenendo, da Venezia, faro colto e luminoso capace di irradiare e spaziare sul mondo globale e sui mille volti della contemporaneità. Per tutto ciò ed anche per l’attenzione e la collaborazione prestata a prestigiosi eventi culturali, a Mattia Carlin questo premio di eccellenza”

Con questa motivazione la Giuria Internazionale del Premio delle Arti - Premio alla Cultura, presieduta dal Professore Carlo Franza, ha inteso conferire al Vice Presidente UCOI Mattia Carlin l’ambito riconoscimento. Il Premio Internazionale, fondato a Milano nel 1988 e giunto alla sua 32ª edizione, indica al pubblico internazionale giovani eccellenze e nomi di chiara fama nell’ambito delle Arti. 

 Sabato 5 dicembre, alle ore 17.00, si svolgerà a Milano, presso Artestudio 26, la premiazione dei vincitori nel rispetto del distanziamento previsto dalla normativa per il Covid 19. 

BORSE DI STUDIO CICOPS

Il Centro Studi della Unione dei Consoli Onorari in Italia, a nome del suo Presidente - Professore Guido Bastianelli, è lieto di informare i Consoli Onorari in Italia aderenti a U.C.O.I. ed i  Consoli Onorari italiani nel mondo assiciati a U.C.O.I.M., che il Centro Internazionale Cooperazione per lo Sviluppo (CICOPS) della Università degli Studi di Pavia ha pubblicato il bando per le borse di studio per l'anno 2021. L'iniziativa del CICOPS si pone in continuità con la sua storia di cooperazione, in particolare con i Paesi in transizione e si presenta come un'importante opportunità per i giovani riceratori provenienti dai Paesi rappresentati dai nostri Consoli Onorari. Di seguito la lettera di presentazione del progetto a firma del Professore Gian Battista Parigi, Presidente del Centro Internazionale Cooperazione per lo Sviluppo, che illustra l'attività della Istituzione da lui presieduta e descrive i punti salienti del bando.  

 


 

“Capitale degli aiuti internazionali”: così l’allora Ministro per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione Prof. Andrea Riccardi  definì  Pavia nel suo discorso alla cerimonia inaugurale per le celebrazioni del 25° anniversario del “Centro   Internazionale Cooperazione per lo Sviluppo” (CICOPS) dell’Università di Pavia. Creato nel 1984 – primo in Italia – il CICOPS ha lo scopo di promuovere la cooperazione accademica con i Paesi in Via di Sviluppo (PVS) e di stimolare i rapporti tra l'Ateneo pavese e le Università partner, nella ferma convinzione che la cooperazione universitaria rappresenti un veicolo fondamentale per la diffusione della conoscenza e per il capacity building dei paesi beneficiari. In tal modo quindi la cooperazione internazionale diventa un potente strumento di dialogo e di pace, soprattutto mediante una rete di rapporti interpersonali e di collaborazione fra Atenei di diversi Paesi che può a ben diritto essere definita “diplomazia accademica”.

Le attività del CICOPS spaziano dall’offerta di borse di studio alla gestione di progetti di cooperazione internazionale, dalla formazione alla collaborazione con università, con istituzioni pubbliche e con Organizzazioni della Società Civile operanti nei PVS,  dall’attività di networking alla promozione della cooperazione a livello locale, inserendosi in un contesto, quello pavese, molto attivo dal punto di vista della cooperazione, anche attraverso il Sistema Territoriale Pavese per la Cooperazione (SISTERR).

Ad onta delle restrizioni imposte dalla pandemia, anche per il 2021 l’Ateneo pavese pubblica il Bando per le borse di Studio CICOPS. Il progetto è nato nel 1996, quando il Centro si è fatto promotore di un ambizioso programma volto ad offrire a studiosi provenienti dai PVS la possibilità di trascorrere un periodo compreso tra uno e tre mesi ospiti dell’Università di Pavia per condurre progetti di ricerca in uno dei suoi 18 Dipartimenti.

Ad oggi 260 studiosi, provenienti da oltre 60 Paesi, hanno potuto usufruire delle borse di studio CICOPS per intraprendere percorsi di ricerca insieme ai docenti pavesi, tenere seminari e conferenze e dunque partecipare attivamente alla vita universitaria. Le opportunità offerte ai ricercatori, oltre a costituire una valida opportunità di crescita professionale, contribuiscono al rafforzamento della collaborazione fra l’Università di Pavia e le istituzioni di provenienza e, in modo indiretto, allo sviluppo dei paesi d’origine, dove i borsisti tornano arricchiti delle nuove competenze acquisite durante i mesi di formazione e di aggiornamento professionale svolti a Pavia. Tale arricchimento è naturalmente reciproco, perché anche la comunità accademica pavese beneficia della collaborazione e delle competenze dei borsisti CICOPS attraverso i cicli di conferenze e seminari da loro presentati.

La nazione dal quale proviene il maggior numero di borsisti CICOPS è l’India, mentre se si considera l’area geografica quasi la metà delle borse di studio CICOPS sono offerte a studiosi provenienti da Paesi africani, regione da sempre prioritaria nelle attività di cooperazione della nostra Università. Sempre i paesi dell’Africa subsahariana, assieme a quelli dell’America Latina, sono i beneficiari di due borse di studio offerte dal CICOPS nel quadro di quanto proposto dal Coimbra Group, associazione che riunisce 41 fra le più antiche ed autorevoli Università europee (www.coimbra-group.eu).

Le borse coprono interamente le spese di viaggio e permanenza presso l’Università di Pavia, oltre a comprendere una certa somma settimanale come pocket money; l’alloggio è organizzato grazie alla collaborazione con EDiSU (Ente per il Diritto allo Studio Universitario) che offre ospitalità ai borsisti CICOPS presso i collegi universitari pavesi.

I borsisti CICOPS che ne facciano richiesta sono insigniti della qualifica di “CICOPS Fellow”, con ciò assumendo la funzione di “ambasciatori” dell’Università di Pavia presso la propria istituzione di provenienza. In questo modo abbiamo creato la nostra “rete diplomatica” che rappresenta l’Università in 51 Paesi e che si amplia ogni anno, contando ad oggi 160 “ambasciatori”.  Sul sito Web del CICOPS si può consultare la mappa interattiva dei CICOPS Fellows nel mondo. Corollario al precedente è il “CICOPS Fellows Program” che prevede l’erogazione di conferenze di alto livello, rivolte all’intera comunità accademica, da parte dei più autorevoli Fellows presenti a Pavia, nonché l’attribuzione della “Honorary Fellowship” conferita a personalità di rilievo ospiti a Pavia nell’ambito di attività di cooperazione internazionale.

La scadenza per presentare le domande per le borse di studio 2021 è il 15 novembre 2021; tutte le informazioni sono pubblicate sul sito Web del CICOPS, alla pagina Borse di studio CICOPS 2121. (versione in inglese disponibile cliccando sulla bandierina in alto a destra sulla homepage).

 

 

Gian Battista Parigi 

Presidente Centro Internazionale Cooperazione per lo Sviluppo

Università degli Studi di Pavia

Venezia, Oro in piazza San Marco

Il Vice Presidente della Unione dei Consoli Onorari in Italia, Dottor Mattia Carlin, ha parteciparo alla inaugurazione della installazione artistica L'Età dell'Oro realizzata da Fabrizio Plessi nel contesto di Piazza San Marco a Venezia. 

Qui l'articolo completo.

U.C.O.I., U.C.O.I.M. e il futuro dell'Istituto Consolare Onorario in una intervista al Vice Presidente Mattia Carlin

“I Consoli Onorari non sono un fenomeno di ieri bensì una realtà di domani”

Così, riprendendo la dichiarazione del delegato norvegese nel corso dei lavori preparatori della Convenzione di Vienna del 1964 sulle relazioni consolari, il Vice Presidente U.C.O.I. Mattia Carlin risponde alla domanda di Carlo Franza riguardo le prospettive dell’Istituto Consolare Onorario. 

Una lunga intervista rilasciata al Blog de ilGiornale.it da parte del Vice Presidente U.C.O.I. che muove considerazioni dallo sviluppo diacronico della figura del Console Onorario al ruolo svolto dalla Unione dei Consoli Onorari in Italia e dalla Unione dei Consoli Onorari Italiani nel Mondo:

L’ UCOI da 42 anni e l’ UCOIM da 13 anni si adoperano e lavorano con spirito unitario nel superiore interesse e ad esclusivo beneficio dei Consoli Onorari rispettivamente in Italia e d’Italia nel mondo, tutelandone la figura e la dignità e rafforzandone il ruolo e l’autorevolezza(…)”

senza perdere di vista il futuro, con un consiglio ai Consoli di nuova nomina che tuttavia resta valido per tutti i Consoli Onorari ed è fatto proprio da U.C.O.I. e U.C.O.I.M. : 

(ad un console di nuova nomina, ndr) “…gli direi di essere sempre in ‘prima linea’, di metterci tutta la passione possibile e la massima disponibilità e di non rinunciare ad un approccio innovativo e creativo, con comportamenti semplici ma efficaci, in sostanza di essere  concreto, in due parole: vita e pensiero.”

(qui l’intervista integrale) 

Informazioni

Sede: 00192 ROMA, Lungotevere dell'Acqua Acetosa n. 42
Segreteria Generale: 80132 NAPOLI, Via G. Orsini n. 42

Email:  segreteriagenerale@ucoi.it
Numero di telefono: 331.80.88.071

Webmaster
Prof. Dott. Guido Bastianelli
Console della Repubblica dello Yemen in Firenze
Presidente Centro Studi U.C.O.I.
E-mail: webmastersitoucoi@gmail.com