COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO U.C.O.I.M.

Il Consiglio Direttivo dell’U.C.O.I.M. eletto per il triennio 2019-2021

(15+20)

 

Presidente Onorario

Ambasciatore Carlo MARSILI, Presidente Onorario dell’Unione dei Consoli Onorari in Italia (U.C.O.I.)

 

Presidente

Dottoressa Oya IZMIRLI, Console Onorario d’Italia a Bursa (Turchia)

 

Segretario Generale

Avvocato Elio PACIFICO, Segretario Generale dell’Unione dei Consoli Onorari in Italia (U.C.O.I.)

 

Vice Presidenti

Avvocato Marco BOLDINI, Console Onorario d’Italia a Liverpool (Regno Unito)

Dottor Edward FANUCCHI, Vice Console Onorario d’Italia a Fresno (Stati Uniti d’America)

Dottor Andrea GARZIERA, Console Onorario d’Italia a Salvador de Bahia (Brasile)

Dottor Pierpaolo LODIGIANI, Console Generale Onorario d’Italia a Krasnodar (Federazione Russa)

Dottor Marcello MEMOLI, Console Onorario d’Italia a Malaga (Spagna)

Dottor Salvatore MORENO, Agente Consolare Onorario d’Italia a Ushuaia (Argentina)

Comm.Cap. Mauro RENALDI, Console On. d’Italia a Pireo (Grecia)

Dottor Franco SANTI, Console Onorario d’Italia a Lourdes (Francia)

Dottor Toren VELI, Console Onorario d’Italia in Cappadocia (Turchia)

 

Componenti

Dottor Mauro BATTISTELLA, Console Onorario d’Italia a Douala (Camerun)

Cavaliere Professor Francesco BONGI, Console Onorario d’Italia a Contea di Ragusa (Croazia)

Commendatore Faiza FARID, Console Onorario d'Italia a Sharm El Sheikh (Egitto)

Dottoressa Federica FERRIERI, Console Onorario d’Italia a Belfast (Irlanda)

Dottor Vittorio GHIA, Console Onorario d’Italia a Fortaleza (Brasile)

Avvocato Günther KREUZER, Corrispondente Consolare Onorario d’Italia a Norimberga (Germania)

Dottoressa Katarzyna LIKUS, Console Onorario d'Italia a Cracovia (Polonia)

Dottor Andrea MAINI, Console Onorario d’Italia a Grimstad (Norvegia)

Dottor Thomas RIZZO, Console Onorario d’Italia a Ponta Delgada (Portogallo)

Ambasciatore Stefano RONCA, Presidente Emerito dell’Unione dei Consoli Onorari in Italia (U.C.O.I.)

Professor Diego ROSSI, Console Onorario d’Italia a Visby (Svezia)

Ambasciatore Daniele VERGA, Presidente dell’Unione dei Consoli Onorari in Italia (U.C.O.I.)

Dottor Fabio VITALE, Vice Console Onorario d’Italia a Ciudad (Venezuela)

Dottor Andrea ZENONOS, Corrispondente Consolare Onorario d’Italia a Limassol (Cipro)

 

Composizione approvata, all’unanimità, dal XII Congresso Internazionale U.C.O.I.M. (Roma, 10 maggio 2019)

 

 

P.S.: Avendo, al momento, soppresso il Collegio dei Probiviri e quello dei Revisori (anche in assenza del pagamento della quota sociale) è stato aumentato il numero dei Componenti il Consiglio Direttivo.

Statuto

LO STATUTO DELLA

UNIONE DEI CONSOLI ONORARI D’ITALIA NEL MONDO

 

 

Articolo 1 - DENOMINAZIONE

E’ costituita -senza intenti politici, sindacali o lucrativi- una associazione denominata “Unione dei Consoli Onorari d’Italia nel Mondo” (U.C.O.I.M.), della quale è prevista l’erezione in ente morale.

 

Articolo 2 – FINALITÁ

L’Unione, associazione senza scopo di lucro, tenendo a mente l’impegno delle Autorità italiane responsabili della politica estera, in primo luogo del Ministero degli Affari Esteri verso il quale intende stabilire e mantenere i migliori rapporti di collegamento, a tutela della funzione del Console Onorario d’Italia nei Paesi Esteri ed auspicando una sempre maggiore sensibilità verso tale impegno ha per scopo:

  • di promuovere contatti tra i Consoli Onorari d’Italia per consolidare i loro legami, in vista della realizzazione di una sempre migliore tutela dei cittadini italiani nei Paesi Esteri;
  • di armonizzare le loro attività;
  • di diffondere tra i suoi membri le informazioni, di ogni specie, utili allo svolgimento delle funzioni consolari;
  • di adoperarsi per la salvaguardia della dignità e del prestigio delle missioni consolari condotte dai Consoli Onorari d’Italia, secondo le regole internazionali e, ove occorra, in accordo con i Consoli di carriera e dei Sigg. Ambasciatori da cui dipendono nelle rispettive giurisdizioni;
  • di adoperarsi affinché la condizione giuridica dei Consoli Onorari d’Italia sia, sotto tutti gli aspetti, conforme alle esigenze funzionali della missione alla quale essi sono preposti;
  • di operare affinché lo status dei Consoli Onorari si iscriva nel quadro della regolamentazione internazionale, in particolare della Convenzione di Vienna del 21 aprile 1963;
  • di promuovere e favorire tutte le iniziative affini, sociali, culturali, umanitarie, comunque atte ad incrementare un proficuo collegamento fra i Consoli Onorari d’Italia e quelli che nelle loro giurisdizioni rappresentano Paesi Esteri nell’intento di valorizzare la funzione consolare onoraria ovunque essa venga svolta;
  • di disciplinare e concordare con le Istituzioni, le Autorità e gli Enti nei quali il Console Onorario d’Italia opera ogni iniziativa volta ad assicurare ai cittadini italiani o di origine italiana quell’assistenza umanitaria e sociale di cui essi avessero bisogno ai fini di una migliore integrazione nelle loro condizioni di vita e di soggiorno.

 

Articolo 3 - SEDE

La sede dell’Unione è in Roma e potrà essere trasferita altrove, in caso di necessità o convenienza, su delibera del Consiglio Direttivo.

 

 

Articolo 4 - DURATA

L’Unione avrà durata illimitata, salvo deliberazione del Congresso Internazionale.

 

 

Articolo 5 - COMPOSIZIONE

L’Unione è costituita da Soci effettivi e Soci d’Onore.

  • I Soci effettivi sono i Consoli Generali Onorari, dai Consoli Onorari, dai Vice Consoli Onorari e dagli Agenti Consolari Onorari autorizzati a rappresentare, secondo la normativa internazionale, la Repubblica Italiana nei Paesi Esteri. La qualità di socio si perde per esercizio del diritto di recesso o per delibera del Consiglio Direttivo sulla base di motivate ragioni.
  • I Soci d’Onore sono Personalità del mondo diplomatico, consolare, politico, culturale che abbiano contribuito, in maniera eminente, alla valorizzazione della funzione consolare onoraria od anche Consoli Onorari d’Italia, cessati dal servizio attivo, che si sono contraddistinti nello sviluppo e nell’accrescimento dell’U.C.O.I.M. onorando con impegno e prestigio, il Paese da essi rappresentato. I Soci d’Onore possono anche far parte degli Organi Sociali.

 

 

Articolo 6 - ORGANI STATUTARI

Gli Organi, secondo statuto, dell’Unione sono:

a) il Congresso Internazionale

b) il Presidente Emerito (attualmente vacante)

c) il Presidente Onorario

d) il Presidente Effettivo

e) il Segretario Generale

f) il Consiglio Direttivo

g) il Consiglio di Presidenza

h) il Collegio dei Revisori (attualmente soppresso)

i) il Collegio dei Probiviri (attualmente soppresso)

La durata delle cariche è di tre anni con possibilità di reincarico.

 

 

Articolo 7 - CONGRESSO INTERNAZIONALE

Il Congresso Internazionale, composto da tutti gli associati in attività ed appartenenti alle quattro classi consolari, è l’organo deliberativo dell’Unione e provvede, fra l’altro, alla nomina dei componenti del Consiglio Direttivo, del Collegio dei Revisori e del Collegio dei Probiviri.

Il Congresso Internazionale viene convocato dal Presidente Effettivo o, su sua delega, dal Segretario Generale con avviso specificante i capi all’ordine del giorno, la data e il luogo di riunione, tutte le volte che il Presidente lo riterrà utile oppure su richiesta del Consiglio Direttivo o del Collegio dei Revisori o di un terzo dei soci. In ogni caso il Congresso sarà convocato al termine di ogni anno, preferibilmente di volta in volta in Stato diverso, per l’approvazione della Relazione del Congresso, della Relazione del Collegio dei Revisori e del rendiconto finanziario.

Ogni ufficio consolare ha diritto ad un solo voto da esercitarsi dal suo componente di grado più alto intervenuto nel Congresso Internazionale. Il socio impedito può delegare per iscritto altro socio.

Le deliberazioni del Congresso vengono prese, in prima adunanza con la presenza di metà più uno dei soci e a maggioranza degli intervenuti; in seconda adunanza, a maggioranza degli intervenuti, quale che sia il loro numero.

Sono Congressi Internazionali Straordinari quelli aventi per oggetto modifiche allo statuto e lo scioglimento dell’Unione. Essi saranno validamente costituiti con l’intervento: in prima adunanza di almeno la metà dei soci che decideranno a maggioranza; in seconda adunanza con l’intervento di almeno un terzo dei soci ed a maggioranza.

Alle riunioni del Congresso possono partecipare i 3 Presidenti (Emerito, Onorario ed Effettivo) e il Segretario Generale dell’U.C.O.I. (Unione dei Consoli Onorari in Italia) per il rilevante ruolo che essa svolge da più di quarant’anni per rafforzare il prestigio della funzione consolare onoraria nel Mondo.

 

 

Articolo 8 - PRESIDENTI

Il Presidente Emerito dell’Unione assume tale carica alla cessazione del suo mandato di Presidente effettivo e presiede i Congressi e il Consiglio con diritto di voto. 

Il Presidente Onorario dell’Unione viene eletto dal Consiglio Direttivo che lo sceglie fra i propri componenti e presiede i Congressi e il Consiglio con diritto di voto.

Il Presidente Effettivo viene eletto dal Consiglio Direttivo che lo sceglie fra i propri componenti. Rappresenta l’Unione a tutti gli effetti, presiede il Consiglio Direttivo. Egli assume la carica di Presidente per tre anni e può essere rieletto. In caso di indisponibilità temporanea la Presidenza sarà assicurata dai V.Presidenti, secondo l’ordine di anzianità.

Il Presidente presiede il Congresso Internazionale dell’Unione ed il Consiglio Direttivo e assicura l’esecuzione delle decisioni prese. Egli, unitamente al Segretario Generale, rappresenta l’Unione e in tale qualità cura i rapporti con il Ministero degli Affari Esteri in Italia nonché con Organismi e Sodalizi costituiti in altri Paesi che abbiano, per quanto di ragione, le stesse finalità di cui all’art. 2 del presente statuto.

 

 

Articolo 9 - SEGRETARIO GENERALE

Il Segretario Generale dell’Unione viene eletto dal Consiglio Direttivo che lo sceglie fra i propri componenti. Egli, in collegamento con il Presidente Effettivo, attua le deliberazioni assembleari, coordina tutta l’attività dell’Unione; ne tiene i rapporti all’interno ed all’esterno; cura ogni necessario adempimento: compie tutti gli atti di ordinaria amministrazione compreso quello di riscuotere somme, rilasciare quietanze e accendere conti presso Istituti di Credito; provvede a convocare il Congresso Internazionale e il Consiglio; redige e autentica i verbali dei detti organi.

 

 

Articolo 10 - CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo è costituito da 35 membri che rappresentano possibilmente ciascuna delle quattro classi consolari. Esso elegge, tra i suoi componenti: il Presidente Onorario, il Presidente Effettivo, il Segretario Generale, 12 Vice-Presidenti e 20 altri componenti. Dovranno far parte di esso gli appartenenti alle quattro classi consolari operanti nei diversi Paesi dei cinque continenti. Il loro mandato è di tre anni.

Al Consiglio Direttivo possono far parte anche un Ambasciatore d’Italia che abbia cessato le proprie funzioni nonché tre/quattro Componenti del Consiglio Direttivo dell’U.C.O.I. (Unione dei Consoli Onorari in Italia) nel precipuo intento di stabilire un più diretto rapporto di lavoro e di collaborazione tra le due consorelle Associazioni.

Il Consiglio Direttivo si riunisce, su convocazione del Presidente, almeno due volte all’anno di cui una possibilmente nel giorno antecedente la convocazione del Congresso Internazionale e nel luogo ove quest’ultimo dovrà svolgersi all’indomani.

Le riunioni del Consiglio Direttivo possono essere tenute anche mediante sistemi di collegamento a distanza. Esso potrà riunirsi, in seduta straordinaria, su iniziativa del Presidente Effettivo 

ovvero a domanda di due membri.

Le decisioni del Consiglio Direttivo sono prese col voto favorevole della maggioranza assoluta dei membri presenti. In caso di parità di voti, quello del Presidente Effettivo avrà valore preponderante. Su richiesta del Presidente in caso di urgenza le decisioni possono essere assunte anche con sistemi di consultazione scritta.

Inoltre il Consiglio Direttivo ratifica l’annuale rendiconto del Collegio dei Revisori e può assegnare premi o targhe a Personalità od Enti che abbiano riservato particolare attenzione alla funzione consolare onoraria o che abbiano contribuito allo sviluppo dell’U.C.O.I.M.

Il Presidente può consultare gli altri membri del Consiglio Direttivo con ogni mezzo appropriato.

 

 

Articolo 11- CONSIGLIO DI PRESIDENZA

Il Consiglio di Presidenza è costituito di diritto, dal Presidente Emerito, dal Presidente Onorario, dal Presidente Effettivo e dal Segretario Generale. Esso è deputato a statuire su questioni più urgenti a ratificarsi dal Consiglio Direttivo.

 

 

Articolo 12 - COLLEGIO DEI REVISORI (attualmente soppresso)

Il Collegio dei Revisori controlla e revisiona tutte la gestione e l’attività amministrativa dell’Unione, accertando, in particolare, la regolare tenuta della contabilità; l’aggiornamento dei registri sociali; la rispondenza delle consistenze; redigendo a fine anno una relazione illustrativa del rendiconto. Il Collegio dei Revisori è costituito da tre Revisori effettivi e due supplenti ed è nominato dal Congresso Internazionale su proposta del Consiglio Direttivo fra gli associati di specifica competenza professionale.

 

 

Articolo 13 - COLLEGIO DEI PROBIVIRI (attualmente soppresso)

Il Collegio dei Probiviri è composto di cinque membri Consoli Onorari d’Italia o giuristi esterni di nazionalità italiana, per decidere di ogni questione tra gli Associati e sull’interpretazione e l’esecuzione del presente Statuto, compresa la rimozione dalle cariche statutarie a causa di violazione dello stesso Statuto.

 

 

Articolo 14 - LOGO

Il logo dell’U.C.O.I.M. è rappresentato dal mappamondo in verde, recante sul fronte il continente europeo ed africano, circondato da un alone scuro con alla sinistra un semicerchio e alla destra cinque stelle rappresentanti i cinque continenti e al di sotto la scritta U.C.O.I.M.

 

 

Articolo 15 - GRATUITÁ A DELLE FUNZIONI E DELLE CARICHE

Tutte le funzioni e le cariche dell’Unione non sono remunerate.

 

 

Articolo 16 - DISPONIBILITÁ PATRIMONIALI ED ECONOMICHE

I mezzi finanziari della Unione sono costituiti dalle contribuzioni annuali dei soci, nella misura che il Congresso Internazionale fisserà in rapporto all’andamento delle spese correnti, nonché dalle contribuzioni particolari e volontarie.

L’Unione, in persona del suo Presidente, potrà inoltre accettare donazioni e legati di natura mobiliare e/o immobiliare che andranno a costituire fondo patrimoniale disponibile nonché contributi da parte di organismi internazionali (quali le Nazioni Unite, l’Unione Europea, ecc.) ovvero nazionali ed anche donazioni di privati.

I soci potranno versare contributi volontari. Ciascun componente potrà assumere iniziative verso tali organismi per il conseguimento di contributi e donazioni, allo scopo di facilitare il raggiungimento delle finalità statutarie.

 

***

Modifiche allo Statuto approvate, all’unanimità, dal XII Congresso Internazionale

svoltosi a Roma il 10 maggio 2019

Unione dei Consoli Onorari Italiani

L’U.C.O.I. (Unione dei Consoli Onorari in Italia) è una associazione che riunisce i Consoli Onorari presenti sul territorio della Repubblica Italiana. 

Fondata a Roma nel 1977 presso il Ministero degli Affari Esteri sotto l’impulso dell’Avvocato Michele Di Gianni e del Professore Filippo Gramatica, U.C.O.I. è impegnata in una intensa attività - in Italia e nei Paesi Esteri - esclusivamente votata alla valorizzazione della funzione consolare onoraria ed al miglioramento qualitativo della categoria dei Consoli Onorari. Una attività svolta nel pieno rispetto della Convenzione di Vienna sulle Relazioni Internazionali del 1963 che ha riscosso gli apprezzamenti del Cerimoniale Diplomatico della Repubblica, del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (col quale mantiene costanti, cordiali e proficui rapporti di collaborazione) e, non di meno, delle Autorità del Governo e del Parlamento italiani. 

 

Finalità

Le finalità che si propone di conseguire l’Unione dei Consoli Onorari in Italia possono essere così riassunte: 

  • Promuovere rapporti di migliore conoscenza fra i Consoli Onorari operanti in Italia.
  • Diffondere fra di essi informazioni di ogni genere utili per l’assolvimento delle funzioni loro connesse.
  • Tutelare, nei modi consentiti dalle vigenti norme internazionali la dignità e il prestigio delle missioni consolari svolte dai funzionari onorari
  • Vigilare affinché la condizione giuridica dei Consoli Onorari sia, in ogni suo aspetto, conforme alle esigenze funzionali dell’Ufficio cui sono preposti.
  • Operare in modo che lo status dei Consoli Onorari realizzi in pieno le previsioni contenute nella normativa internazionale.
  • Promuovere e favorire, in Italia e all’estero, tutte le iniziative atte a incrementare un proficuo collegamento fra i Consoli Onorari e a valorizzarne la figura e l’opera
  • Disciplinare e concordare le iniziative volte ad assicurare ai cittadini dello Stato estero rappresentato dai Consoli Onorari l’assistenza umanitaria e sociale di cui essi avessero bisogno ai fini di una migliore integrazione nelle loro condizioni di vita, di soggiorno e di lavoro.  

L’U.C.O.I., allo scopo di promuovere rapporti di migliore conoscenza fra i Consoli Onorari operanti in Italia e diffondere fra di essi informazioni di ogni genere utili per l’assolvimento delle loro funzioni, stampa annualmente l’Annuario Diplomatico Consolare. La pubblicazione, unica in Italia, costituisce uno strumento cartaceo di utile consultazione in quanto riporta in elencazione aggiornata gli indirizzi, e-mail, numeri di telefono e fax delle Rappresentanze Diplomatiche e Consolari sia in Italia che della Repubblica Italiana nei Paesi Esteri ed è, per questo, sempre più richiesta da Uffici pubblici e privati.

      

Riconoscimenti

L’U.C.O.I.:

  • nel 2015 ha ricevuto (unitamente all’U.C.O.I.M.) il prestigioso “Premio Terra e Pace", consistente in un fossile di un milione di anni simbolo del rispetto della vita sul nostro pianeta, assegnato “per l’azione diplomatica, umanitaria, sociale e culturale, ispirata ai valori della Costituzione, svolta in tutto il mondo”. Manifestazione organizzata, con il patrocinio della Presidenza della Repubblica, delle Presidenze del Senato e della Camera dei Deputati, della Presidenza del Consiglio dei Ministri,  del Ministero degli Esteri, della Regione Lazio e del Comune di Roma, in occasione del 70° anniversario della tragedia di Hiroshima e Nagasaki per ricordare le vittime dell'olocausto nucleare;

 

  • nel 2017 è stata altamente gratificata dalla Medaglia celebrativa “Premio di Rappresentanza” concessa dal gesto che il Presidente della Repubblica Mattarella in occasione del quarantesimo anniversario dell’Associazione.

 

L’U.C.O.I., inoltre, dal 2016 (congiuntamente all’U.C.O.I.M.)  è presente al “Festival della Diplomazia” che si svolge ogni anno sotto l’Alto Patronato del Sig. Presidente della Repubblica, col patrocinio del Ministero degli Esteri, della Rappresentanza in Italia della Commissione e del Parlamento Europeo, di oltre 70 Ambasciate, di 7 Università e di numerosi partner scientifici.

Attualmente l’U.C.O.I. -analogamente all’U.C.O.I.M.- ha sede in Roma presso il Circolo del Ministero degli Esteri, a conferma del carattere unico ed istituzionale di UCOI e UCOIM.


 

Unione dei Consoli Onorari Italiani nel Mondo

L’U.C.O.I.M. (Unione dei Consoli Onorari Italiani nel Mondo) è una associazione che riunisce i Consoli Onorari che rappresentano l’Italia nei Paesi esteri.

L’Unione nasce a Roma il 14 maggio 2004, presso Palazzo Besso - sede del quotidiano La Gente d’Italia con un’ampia partecipazione di Consoli Onorari d’Italia negli Stati esteri animati dall’intenzione di avvicinare quanti costituiscono la grande rete consolare onoraria italiana nel mondo e di approfondire le problematiche attinenti all’espletamento agevole della funzione consolare onoraria. 

 

Storia 

Dopo la costituzione dell’U.C.O.I. avvenuta nel 1977, il suo fondatore l’Avvocato Michele Di Gianni, sentì l’esigenza di creare un nuovo organismo rappresentativo dei Consoli Onorari d’Italia nel mondo (appartenenti alle quattro classi consolari previste dalla Convenzione di Vienna del 1963) autorizzati a rappresentare, secondo la normativa internazionale, la Repubblica Italiana nei Paesi esteri. 

Tale esigenza si consolidò a seguito delle numerose lettere pervenute all’Avvocato Di Gianni successivamente alla Giornata Giubilare del Console Onorario. L’evento organizzato dall’U.C.O.I. a Roma nell’anno 2000 vide la partecipazione di numerosi Consoli Onorari d’Italia (in special modo provenienti da Paesi aventi rilevanti comunità italiane) i quali esponevano giuste doglianze per una più attenta considerazione sull’attività da essi svolta. 

L’idea di questa nuova associazione fu guardata con benevolenza dal Ministero degli Affari Esteri e in particolare dall’allora Direzione Generale del Personale, guidata dall’Ambasciatore Carlo Marsili;  già Direttore Generale per gli Italiani all’Estero  e perciò bene al corrente del grande valore dell’attività consolare, l’Ambasciatore Marsili è stato un sostenitore dell’U.C.O.I.M. fin dalla sua fondazione.

 

Finalità

Le finalità che si propone di conseguire l’Unione dei Consoli Onorari in Italia possono essere così indicate: 

  • promuovere contatti tra i Consoli Onorari d’Italia per consolidare i loro legami, in vista della realizzazione di una sempre migliore tutela dei cittadini italiani nei Paesi Esteri;
  • armonizzare le loro attività;
  • diffondere tra i suoi membri le informazioni, di ogni specie, utili allo svolgimento delle funzioni consolari;
  • adoperarsi per la salvaguardia della dignità e del prestigio delle missioni consolari condotte dai Consoli Onorari d’Italia, secondo le regole internazionali e, ove occorra, in accordo con i Consoli di carriera e dei Sigg. Ambasciatori da cui dipendono nelle rispettive giurisdizioni;
  • adoperarsi affinché la condizione giuridica dei Consoli Onorari d’Italia sia, sotto tutti gli aspetti, conforme alle esigenze funzionali della missione alla quale essi sono preposti;
  • operare affinché lo status dei Consoli Onorari si iscriva nel quadro della regolamentazione internazionale, in particolare della Convenzione di Vienna del 21 aprile 1963;
  • promuovere e favorire tutte le iniziative affini, sociali, culturali, umanitarie, comunque atte ad incrementare un proficuo collegamento fra i Consoli Onorari d’Italia e quelli che nelle loro giurisdizioni rappresentano Paesi Esteri nell’intento di valorizzare la funzione consolare onoraria ovunque essa venga svolta;
  • disciplinare e concordare con le Istituzioni, le Autorità e gli Enti nei quali il Console Onorario d’Italia opera ogni iniziativa volta ad assicurare ai cittadini italiani o di origine italiana quell’assistenza umanitaria e sociale di cui essi avessero bisogno ai fini di una migliore integrazione nelle loro condizioni di vita e di soggiorno.

 

Riconoscimenti

L’U.C.O.I.M.: 

  • nel 2015 ha ricevuto (unitamente all’U.C.O.I.) il prestigioso “Premio Terra e Pace", consistente in un fossile di un milione di anni simbolo del rispetto della vita sul nostro pianeta, assegnato “per l’azione diplomatica, umanitaria, sociale e culturale, ispirata ai valori della Costituzione, svolta in tutto il mondo”. Manifestazione organizzata, con il patrocinio della Presidenza della Repubblica, delle Presidenze del Senato e della Camera dei Deputati, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero degli Esteri, della Regione Lazio e del Comune di Roma, in occasione del 70° anniversario della tragedia di Hiroshima e Nagasaki per ricordare le vittime dell'olocausto nucleare;

 

  • dal 2016 (congiuntamente all’U.C.O.I.) partecipa al “Festival della Diplomazia” - l’importante evento di relazioni internazionali al quale aderiscono Istituzioni nazionali, Rappresentanze diplomatiche accreditate in Italia, organismi economico-finanziari, accademici, scientifici e culturali e mass media, che si svolge in ottobre a Roma e che è giunto nel 2019 alla X edizione – con convegni ed iniziative volte ad una maggiore conoscenza e valorizzazione delle crescenti funzioni assegnate ai Consoli Onorari. 

Attualmente l’U.C.O.I.M. -analogamente all’U.C.O.I.- ha sede in Roma presso il Circolo degli Esteri (Lungotevere dell’Acqua Acetosa, 42), a conferma del carattere unico ed istituzionale di UCOI e UCOIM.


 

Informazioni

Sede: 00192 ROMA, Lungotevere dell'Acqua Acetosa n. 42
Segreteria Generale: 80132 NAPOLI, Via G. Orsini n. 42

Email:  segreteriagenerale@ucoi.it
Numero di telefono: 331.80.88.071

Webmaster
Prof. Dott. Guido Bastianelli
Console della Repubblica dello Yemen in Firenze
Presidente Centro Studi U.C.O.I.
E-mail: webmastersitoucoi@gmail.com